“PRESICCE IN MOSTRA - PERCORSI NEL BORGO”: A COLLOQUIO CON I PROTAGONISTI DEL PROGETTO DI PARTENARIATO

Si è svolta il 23 Luglio scorso la prima giornata della XVIII Edizione di “Presicce in mostra – Percorsi nel borgo”, evento estivo dedicato alla promozione del territorio, in sinergia con il mondo della scuola.
 
 
 
PRESICCE (Lecce) - Si è svolta il 23 Luglio scorso la prima giornata della XVIII Edizione di “Presicce in mostra – Percorsi nel borgo”, evento estivo dedicato alla promozione del territorio, in sinergia con il mondo della scuola.
 
L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale di Presicce, ha coinvolto tutta la cittadinanza e la Pro Loco locale, concretizzando situazioni esemplari di partnership con la comunità educante dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “F. Bottazzi” di Casarano, diretto dal prof. Salvatore Negro.
 
La fase conclusiva della kermesse presiccese si svolgerà il 6 Agosto 2017: in tale occasione saranno presentate molteplici performance artistico-culturali, orientate a sperimentare forme virtuose di integrazione tra scuola e istituzioni, nel quadro di una cultura di rete innovativa.
 
Il repertorio delle proposte, infatti, include i contributi di studentesse e studenti afferenti alle Sedi Coordinate di Ugento (Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera), Racale (Servizi Commerciali - Promozione Commerciale e Pubblicitaria) e Taurisano (Produzioni Tessili-Sartoriali), guidati da una delegazione dei rispettivi docenti.
 
Per cogliere il significato e le prospettive di sviluppo correlate dell’evento, il Responsabile della Comunicazione dell’Istituto di Via Napoli ha realizzato un focus tematico, coinvolgendo una rappresentanza dei responsabili dell’iniziativa di partenariato.
 
D. - L’edizione 2017 dell’evento “Presicce in Mostra” rappresenta un modello concreto di partenariato interistituzionale, anche nella prospettiva di un sistema formativo ancorato alle potenzialità del territorio.
 
Com’ è stata organizzata l’iniziativa, in relazione alle buone pratiche collaborative?
 
A colloquio con la Prof.ssa Ilaria TRICARICO
COORDINATRICE DI SEDE - IIS “Bottazzi” TAURISANO
 
R. - Durante la manifestazione del 23 Luglio scorso, alcune alunne dell’Indirizzo “Produzioni tessili – sartoriali” hanno indossato degli abiti d’epoca che abbracciano un periodo compreso tra il Quattrocento e l’Ottocento.
I costumi, progettati e confezionati dagli studenti con la guida delle docenti di settore, sono il frutto di un minuzioso lavoro di ricerca. Poterli presentare in una rassegna culturale come “Presicce in mostra” rappresenta una grande opportunità per la nostra comunità educante, sia per le ricadute didattiche e pedagogiche, che per le connessioni attivate con il territorio.
Ritengo che questo sia un esempio positivo di “scuola aperta” al di fuori dello spazio noto e in un tempo diverso rispetto a quello scandito dalle lezioni.
 
A colloquio con la Prof.ssa Lucia RIZZELLO
Referente iniziativa – Sede Coordinata IIS “Bottazzi” RACALE
 
R. - Costruire partenariati interistituzionali, nella prospettiva di un sistema formativo che sappia leggere i bisogni del territorio, rientra nella mission dell'IIS “Bottazzi” e nelle direttive dirigenziali.
Per questo, quando il Sindaco di Presicce ha rivolto alla nostra scuola manifestazione di interesse a partecipare e collaborare per la realizzazione dell’evento, non ci sono state esitazioni.
Sono proprio questi i momenti in cui gli alunni possono sperimentare, in situazione, le competenze acquisite. L'obiettivo principe di tali percorsi é l'implementazione di sistemi innovativi di collaborazione tra scuola e territorio, al fine di promuovere la consapevolezza del Patrimonio, quale espressione della identità culturale, che rappresenta ricchezza per il sistema produttivo locale.
 
A colloquio col Prof. Claudio ORSI
COORDINATORE DI SEDE - IIS “Bottazzi” UGENTO
 
R. - I rapporti tra scuola e territorio sono molto importanti perché l’azione educativa mantenga un contatto con la realtà del mondo circostante. Per questo l’IIS “F. Bottazzi” da molti anni intrattiene rapporti con diversi enti territoriali ed istituzionali.
“Presicce in mostra” è una vetrina importante, un’ occasione per i nostri alunni e docenti di proporre le ricette del territorio: per tale motivo non abbiamo esitato nell’aderire alla manifestazione, nel momento in cui il Sindaco,
Salvatore Riccardo Monsellato, ci ha dato l’opportunità di partecipare.
Il 23 Luglio scorso, i nostri alunni, sotto la guida esperta dei docenti Nicola Grecuccio e Patrizio De Maria, hanno realizzato dal vivo una ricetta tipica salentina, denominata “Pisciammare”, trasferendo ricette, trucchi e curiosità del piatto proposto sulle classiche frise. I “Pisciammare”, al contrario di ciò che il nome lascia intendere, non prevedono la presenza del pesce: si tratta di una ricetta della cucina povera salentina, a base di peperoni, pomodori e cipolla, che rappresentava per i nostri contadini uno dei pochi piatti consentiti dalle loro possibilità.
 
A colloquio con la Dr.ssa Paola PONZO
Presidente Consiglio Comunale - Presicce
Deleghe correnti: Cultura, Valorizzazione del Centro Storico, Turismo e Marketing Territoriale
 
R. - L’evento è alla sua diciottesima edizione: possiamo dire che ormai ha una storia consolidata ed è caratterizzato da un’anima elegante e coinvolgente che immerge i visitatori in un’atmosfera magica. Presicce possiede tanti beni culturali di notevole valore storico-artistico, ma anche un sotterraneo molto suggestivo, che si estende lungo tutto il centro antico e racconta il lavoro e l’architettura industriale dei numerosi frantoi ipogei, per la presenza dei quali le è stato annoverato il titolo di “Città degli Ipogei e dell’Olio”. Conservando l’originaria impostazione, quest’anno abbiamo ideato un sottotitolo “Percorsi nel Borgo”, identificando in ogni location le varie tematiche: gusto, atmosfere, spirituale, arte e mestieri, musica. La manifestazione del 23 luglio scorso, che si è svolta nel centro storico, ingentilito da palazzi nobiliari, giardini pensili, chiese, dal Museo della Civiltà Contadina e da “case a corte”, è stata animata da piccoli eventi nell’evento.
Un altro aspetto importante è stato l’arrivo di artigiani e artisti, che hanno riconosciuto un particolare interesse nell’evento e lo hanno inserito nei loro appuntamenti.
Quest’anno abbiamo avuto l’onore di ospitare tre indirizzi dell’Istituto “Bottazzi” di Casarano, con le Sedi Coordinate di Taurisano, Ugento e Racale: è stato un piacere per noi collaborare con dei professionisti e con ragazzi in formazione.
Gli ospiti, accompagnati da esperte guide turistiche - o liberamente - hanno visitato i vicoli e le piazze di uno dei Borghi più belli d’Italia. La manifestazione è stata animata da repertori di proposte comprendenti mostre d’arte e d’artigianato locale, musiche, poesie, balli popolari, attività teatrali ed un angolo dedicato allo show cooking, gestito dall’Istituto Bottazzi.
Paolo Palomba