TOTALITARISMI, IGNAZIO ZULLO (FDI): "EMILIANO PREDICA DEMOCRAZIA E AGISCE DA DITTATORE"

Emiliano vada pure in giro a presentare la guida antifascista (pagata da tutti i pugliesi), ma tenga sempre ben presente una grande verità: nella vita, come nella politica, si può insegnare senza volerlo, dando l’esempio. Quindi la smetta di fare propaganda e impari ad essere un presidente ‘democratico’.”

BARI - Nota del capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Ignazio Zullo.

“Il totalitarismo non è solo un’ideologia (di matrice di destra, di sinistra o anarchica che sia) è anche uno stile di vita e un modo di concepire la politica.

“Siamo evidentemente soddisfatti di essere riusciti ad apportare una significativa modifica nella mozione approvata ieri in Consiglio regionale – là dove alla richiesta di scioglimento di movimenti che si rifanno al fascismo, abbiamo fatto aggiungere la medesima richiesta per tutti coloro (partiti e movimenti al di là di ogni schieramento) che usano la violenza per imporre la propria tesi – ma spiace aver raggiunto questo risultato dopo lo scontro verbale con il presidente Emiliano che ha voluto parlare per primo, raccontando una sua storia politica immacolata e ‘comunista’, senza che nessuno lo interrompesse, nonostante le tante ambiguità politiche elettorali delle quali è capace di vantarsi pubblicamente, salvo poi avere comportamenti scomposti, irriguardosi e offensivi quando a parlare sono stati i consiglieri di centrodestra che glieli hanno ricordati.

Ieri Emiliano ha continuamente borbottato, offeso e interrotto durante il mio intervento di capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, venendo meno al rispetto istituzionale dei ruoli. Anche questo è totalitarismo. Anche il pensiero unico che vige nella maggioranza di centrosinistra in Puglia è una dittatura alla quale sono asserviti tutti coloro che per necessità o vanagloria sono alla tavola del potente, a volte accontentandosi anche delle briciole per sopravvivere politicamente.

“E allora Emiliano vada pure in giro a presentare la guida antifascista (pagata da tutti i pugliesi), ma tenga sempre ben presente una grande verità: nella vita, come nella politica, si può insegnare senza volerlo, dando l’esempio. Quindi la smetta di fare propaganda e impari ad essere un presidente ‘democratico’.”