NARDO', LORENZO SICILIANO (PD): "L'ASSESSORE GIULIA PUGLIA PENSA ALLE REGIONALI MENTRE NARDO' VIENE ESCLUSA DAI GRANDI EVENTI"

"L’incapacità amministrativa di Giulia Puglia e della sua squadra si palesa così, candidamente, tra selfie e tag a vuoto, mentre la città è ignorata dai grandi circuiti di promozione, l’ultimo dei quali come detto lo straordinario appuntamento salentino firmato Dior."

NARDO' (Lecce) - Nota del consigliere comunale del Pd Lorenzo Siciliano.

"Per dare lustro alla sua candidatura all'ombra di Michele Emiliano, l’assessore Giulia Puglia chiacchiera amabilmente, ormai da giorni, della recente sfilata Dior tenutasi a Lecce, evento che ha toccato bellissime e operose località del Salento trasformandole in set visti da milioni di utenti nel mondo.

A Nardò invece ci ritroviamo l’assessore di Mellone che “tagga” sui social network Chiara Ferragni, Giuliano Sangiorgi, Dior, Maria Grazia Chiuri e gli idrovolanti, venendo puntualmente ignorata.

Giulia Puglia, assessore comunale al turismo e alle attività produttive, si bea del fatto che una delle più importanti maison del mondo abbia scelto la provincia di Lecce e le sue maestranze per una sfilata di rilievo mondiale.

Ignora invece, o finge di ignorare, che la nostra Nardò non ha saputo approfittare dell’appuntamento (al contrario di altri centri della provincia) restando lontana dai riflettori.

Siamo sempre meno set cinematografico, siamo sempre meno scenografia naturale di spettacoli ed eventi di qualità.

L’incapacità amministrativa di Giulia Puglia e della sua squadra si palesa così, candidamente, tra selfie e tag a vuoto, mentre la città è ignorata dai grandi circuiti di promozione, l’ultimo dei quali come detto lo straordinario appuntamento salentino firmato Dior.

Nardò, oggi, senza giri di parole, semplicemente non viene scelta.

D'altronde, venendo all’aspetto politico, l’assessore Giulia Puglia non sembra proprio una maestra di coerenza.

Alle amministrative 2016 correva nella lista di destra Andare Oltre e oggi è candidata alla Regione nella coalizione di centrosinistra.

Sembrano lontani i tempi in cui la sua collega di giunta Maria Grazia Sodero ambiva a candidarsi con la Lega di Salvini, eppure parliamo di appena due anni fa.

C'è chi in politica ci mette la faccia e chi, invece, la perde."